La catastrofe della guerra dimenticata da tutti

6

Image 6 of 6

Noi giornalisti usiamo spesso il termine guerra “dimenticata” per indicare i molti conflitti nel mondo di cui si parla poco, in particolare sui media italiani. Soprattutto in periodo di Pandemia. Eppure secondo l’UNHCR la più grave catastrofe umanitaria dei nostri tempi sta andando avanti nel quasi totale silenzio internazionale da sei anni. La guerra nello Yemen ha costretto oltre 4 milioni di persone ad abbandonare le proprie case e sono oggi sfollate all’interno del paese, mentre 16 milioni di bambini e donne sono alla fame e senza medicinali. Il numero delle vittime non è calcolabile con precisione.

Il conflitto nato da uno scontro interno ai tempi delle Primavere Arabe è dilagato ben presto oltre i confini del paese all’estremo della penisola araba, divenendo uno scontro a distanza tra le due potenze islamiche Iran e Arabia Saudita e i loro alleati. Tra continui capovolgimenti del fronte, gruppi terroristici che si sono impadroniti del territorio, bombardamenti e lotte tra gruppi tribali, la popolazione civile è ridotta allo stremo. Solo metà degli ospedali funziona regolarmente, oltre un terzo delle scuole sono chiuse e appena il 50 per cento degli abitanti riceve acqua potabile. All’epidemia di colera degli anni scorsi si è aggiunta quella del Covid19.

Gli spiragli di pace che sembravano essersi aperti con l’avvio di negoziati si sono presto chiusi. I ribelli Houthi che controllano la capitale Sanaa (con il suo meraviglioso centro storico patrimonio dell’Unesco) dalle zone montuose del nord sono riusciti ad avanzare conquistando gran parte del paese, arrivando nelle scorse settimane persino a Marib, avamposto delle forze governative, sostenute dal potente esercito saudita, che ne volevano fare la nuova capitale.

Proprio a Marib due anni fa abbiamo realizzato queste foto e un reportage per TGCOM24, per raccontare una guerra ancora oggi dimenticata.

Qui il link:

https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/tgcom24/yemen-la-guerra-dimenticata_FD00000000086099

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *